Chimica

Chimica

Pochi sanno che la parola “chimica” deriva dall’arabo “al kimiaa”.
L’uomo si è occupato della materia, della sua struttura e delle sue caratteristiche sin dai tempi degli antichi egizi. Il progresso delle conoscenze ha subìto poi un’ovvia accelerazione in tempi recenti, grazie allo sviluppo di tecnologie moderne e sofisticate di analisi.
Lo studio della chimica applicato ai processi chimici vegetali prende il nome di fitochimica.

Sostanze fenoliche sesta parte

Come descritto, le antocianine derivano dal metabolismo dei flavonoidi, precisamente i 2,3-trans-diidro-3,4-cis-diidroflavonoli sono i precursori delle antocianidine. Le antocianine sono sostanze colorate (rosa, rosso, porpora, blu, violetto, ciclamino) e sono contenute nei fiori, nei frutti, nelle brattee, nelle foglie, nei piccioli e persino nelle radici e nei bulbi, come glicosidi (antocianosidi) ed i loro agliconi (antocianidine che sono dei cationi...

Sostanze fenoliche quarta parte

Tra le numerose sostanze che analizzeremo i cannabinoidi: queste sostanze vengono considerate dei terpenofenoli, si trovano nella cannabis sativa e specialmente il THC ha effetti benefici nell’alleviare la nausea ed il vomito in pazienti con cancro durante la chemioterapia. Si stanno approfondendo gli studi sull’attività antiematica degli analoghi dei cannabinoidi...

Sostanze fenoliche prima parte

...è preferibile utilizzare la definizione di sostanze fenoliche, sulla base della loro origine biogenetica: “un composto fenolico (o polifenolico) contiene un anello aromatico che si genera, principalmente, dal metabolismo dell’acido shikimico, o da quello poliacetato, o da entrambi ed è privo di azoto.”...

Alcaloidi quinta parte

La condensazione tra la triptamina e la secologanina può dar origine a due epimeri in 3 (a o ß), nelle piante l’enzima strictosidina sintasi catalizza esclusivamente la strictosidina (3- a). La variabilità strutturale di questa classe di alcaloidi dipende da due fonti...

Alcaloidi quarta parte

Gli alcaloidi fenet ilisochinolinici sono gli omologhi delle benzilisochinoline. Biosinteticamente derivano dalla tirosina o dal suo derivato dopamina, per condensazione con l’aldeide 4-idrossicinnamica o 4-idrossidiidrocinnamica...

Alcaloidi terza parte

Gli alcaloidi benziltet raidroisochinolinici possono legarsi tra loro tramite meccanismi di accoppiamento ossidativo fenolico a bis-benziltet raidroisochinoline e di questi composti sono note circa 30 classi, distinte nel seguente modo...

Pagina 1 di 4

Area Riservata Abbonati GOLD



Entra nella Photo Gallery!

Nuova fotogallery 2014

Sfoglia la Raccolta Phytotherapy Reviews

Sfoglia la Raccolta Phytotherapy Reviews

Abbonamenti

Abbonamento basic
Abbonamento gold

Abbonamento studenti