Fitoterapia

Fitoterapia

La fitoterapia è, in senso generale, la pratica terapeutica umana comune a tutte le culture e le popolazioni sin dalla preistoria, che prevede l’utilizzo di piante o estratti di piante per la cura delle malattie o per il mantenimento del benessere. Ippocrate citava il rimedio come terzo strumento del medico accanto al tocco e alla parola. Le piante sono tradizionalmente tra le principali fornitrici di sostanze medicamentose. Nei secoli, infatti, l’uomo ha imparato ad apprezzarne e impiagarne le molteplici virtù, traendone cure efficaci. L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) si è pronunciata favorevolmente sull'utilizzo terapeutico delle piante medicinali, stimolando la ricerca scientifica nella direzione dell’approfondimento chimico, farmacologico e clinico, al fine di “confermare, spiegare e precisare le molte proprietà medicamentose delle piante […] allo scopo di consolidare e sviluppare un'importante realtà terapeutica dal profondo significato scientifico, sociale ed economico”.

Cannabis sativa e olio vegetale sul viso per l’ottimizzazione del sonno

Mara Ramploud

Cannabis sativa è una pianta dalle molteplici proprietà e utilizzi: da quello “ricreativo” a quello industriale-tessile, e va ricordato che l’Italia nel secolo scorso era il secondo produttore mondiale dopo l’URSS, a quello farmacologico-terapeutico, che attualmente si sta rivalutando attraverso numerose ricerche scientifiche. I composti caratterizzanti dell’olio essenziale, in particolare monoterpenoidi, agiscono sul SNC diminuendo il carico di stress attraverso un effetto inibitorio sull’asse ipotalamo-ipofisi-surreni e perciò possono favorire il sonno.

Natural 1

Attività antimicrobica, immunostimolante e antinfiammatoria degli oli essenziali di Lamiaceae

Marisa Colone, Letizia Angiolella, Gennaro Salvatore Ponticelli, Maura Di Vito, Antonietta Girolamo, Annarita Stringaro, Francesca Mondello

La complessa composizione degli oli essenziali è una caratteristica peculiare che ne prospetta l’uso alternativo o integrativo agli antibiotici di sintesi, il cui utilizzo nella pratica clinica spesso porta allo sviluppo di una resistenza specifica da parte dei microbi nei confronti dei farmaci.

Natural 1

Le piante ad azione anabolizzante

Gennaro Crispo

Incrementare la massa muscolare e aumentare le prestazioni fisiche sono prerogative di molti atleti, non solo in campo agonistico, ma l’utilizzo di specifiche sostanze chimiche per raggiungere questi scopi ha un prezzo da pagare in termini di danni fisici.

Esistono però diverse piante dalla riconosciuta attività anabolizzante, studiate e utilizzate in ambito sportivo soprattutto nei paesi di “oltre cortina”, che dopo la caduta del muro di Berlino sono diventate di attualità anche in Occidente.Qual è il ruolo della fitoterapia in ambito sportivo? La risposta è data dal prendere atto che, fin dall’antichità, alcuni atleti hanno cercato di migliorare le loro prestazioni attraverso l’utilizzo di alimenti particolari, di rimedi vegetali o di farmaci, ma nell’ambito di una pratica sportiva rispettosa dell’etica i campi di applicazione della fitoterapia sono fondamentalmente tre:
-    miglioramento della performance e del recupero post-gara;
-    incremento della massa muscolare;
-    nella piccola traumatologia e nel recupero funzionale a essa collegato.

A ciascuno secondo le sue necessità. Modelli individuali di adattamento allo stress e piante adattogene per il supporto centrato sulla persona

Le piante adattogene, grazie alle numerose sostanze che compongono i loro fitocomplessi, sono caratterizzate da differenti attività biologiche e di conseguenza da interazioni diverse con cellule e organi: ogni adattogeno può essere perciò utilizzato in base alla complessità interattiva che esprime in funzione delle problematiche di un singolo individuo.

Conoscere la menopausa

La menopausa, la fine del periodo riproduttivo, non è così improvvisa: può essere affrontata con consapevolezza e rappresenta per la donna anche un’occasione significativa di verifica del suo stato di salute.

La presenza durante il climaterio di sintomi correlati alle modificazioni ormonali ovariche è noto con il termine di “Sindrome climaterica”.

OE di Melalueca alternifolia. Potenziali applicazioni in oncologia

Il tea tree oil è ben conosciuto per le sue proprietà antibatteriche, antivirali e antimicotiche, ampiamente sfruttate in aromaterapia. La ricerca biomedica internazionale sta focalizzando l’attenzione su questo olio essenziale anche per lo sviluppo di potenziali terapie innovative in oncologia, come evidenziano gli studi condotti presso l’Istituto Superiore di Sanità.

Pagina 5 di 21

Area Riservata Abbonati GOLD



Entra nella Photo Gallery!

Nuova fotogallery 2014

Sfoglia la Raccolta Phytotherapy Reviews

Sfoglia la Raccolta Phytotherapy Reviews

Abbonamenti

Abbonamento basic
Abbonamento gold

Abbonamento studenti