Nutraceutica

Nutraceutica

Nutraceutica è una parola composta da "nutrizione" e da "farmaceutica"; questa è la definizione data su Wikipedia e la parola indica lo studio degli alimenti che hanno una funzione benefica sulla salute umana. Ippocrate diceva "lasciate che il cibo sia la vostra medicina e la vostra medicina sia il cibo".
Questo tipo di alimenti vengono ormai comunemente definiti "alimenti funzionali" traduzione di "functional foods" o meno comunemente "farmalimenti". Un alimento "nutraceutrico"  è un alimento salutare e naturale che associa alle sue proprietà nutrizionali di alto livello anche le proprietà di principi attivi "naturali" di comprovata e riconosciuta efficacia.
Il ruolo integrativo di tali alimenti quindi, sta assumendo sempre più importanza sia sul piano della prevenzione, che sul piano del trattamento di diverse condizioni patologiche. Ricerca continua quindi, per evidenziare e ufficializzare  l'utilizzo clinico attraverso lo studio e la scienza.
Cosa sono gli integratori alimentari? E  quale è la differenza che li distingue dai farmaci vegetali tradizionali? La  linea che separa  "salutistico" e "terapeutico" e l'interpretazione di "traditional use". La registrazione come "Novel Food". Le linee guida pubblicate nel sito del Ministero della salute.
Questi  sono alcuni dei temi trattati in questa sezione.

Psoriasi. Dal significato psicosomatico all’approccio nutraceutico/fitoterapico

Fiorenza Agosti

La pelle è una barriera, ma anche la via di comunicazione con cui ci possiamo rapportare e interagire con il mondo che ci circonda. Sono numerosi i problemi che possono manifestarsi a livello cutaneo,
causati da diversi fattori: da quelli ambientali all’alimentazione, allo stress. Uno di questi disturbi è la psoriasi, una malattia infiammatoria cronica e recidivante diffusa in particolare tra le popolazioni caucasiche.

Natural 1

Favismo, il lato oscuro di un legume

Roberta Mantegazza, Patrizia Restani

La carenza dell’enzima glucosio-6-fosfato-deidrogenasi (G6PD), nota anche come “favismo”, è un errore congenito del metabolismo che può provocare crisi emolitiche quando il soggetto portatore della patologia ingerisce alimenti come le fave, da cui deriva il nome, i piselli o alcuni farmaci ossidanti. Nel mondo si stima che le persone affette da questo deficit enzimatico siano circa 400 milioni; in Italia ce ne sono circa 400.000. La sua trasmissione genetica avviene attraverso il cromosoma X, per cui il deficit enzimatico è più severo nei maschi, sebbene sia frequente anche nelle donne. La diagnosi si basa sul dosaggio dell’attività della G6PD a seguito di un semplice prelievo di sangue.

Natural 1

Stupefacente olio di canapa

Elisa Brigo

L’olio che si ottiene dai semi di canapa possiede un alto valore nutrizionale grazie al suo contenuto di proteine, aminoacidi, vitamine, fitosteroli, fosfolipidi, caroteni e minerali, ma soprattutto di acidi grassi essenziali, i quali hanno un rapporto di 3:1 tra omega-6 e omega-3, perfettamente in linea con le raccomandazioni di assunzione dei nutrienti specificate dall’EFSA.

Natural 1

Sarcopenia, minaccia emergente per la salute dell'anziano. Come contrastarla con un sano stile di vita

Maria Conte

L’aumento dell’aspettativa di vita che ha contraddistinto il secolo scorso ha come conseguenza il notevole incremento della popolazione anziana e delle problematiche legate all’invecchiamento, in particolare nei paesi industrializzati, nei quali lo stile di vita è caratterizzato da sedentarietà, alimentazione scorretta e stress. Questi sono fattori che causano un invecchiamento precoce, che spesso si associa a patologie croniche, quali malattie cardiovascolari, obesità, diabete e malattie muscoloscheletriche, come artrite, osteoporosi e sarcopenia.

Natural 1

Celiachia, quando il glutine non è più amico

Chiara Di Lorenzo, Patrizia Restani

Un complesso proteico che cambia la vita a chi non lo tollera e scatena una cascata di eventi che, nei casi più comuni, modifica la mucosa intestinale, con anomalie nell’assorbimento dei nutrienti. Attualmente, l’unica terapia per la celiachia è una dieta rigorosa, che escluda l’apporto di cereali contenenti il glutine, al fine di risolvere le alterazioni e consentire una vita pressoché normale ai celiaci.

La celiachia (detta anche malattia/morbo celiaco o sprue celiaca) è un’intolleranza permanente alla gliadina che è contenuta nel glutine, complesso proteico presente nel frumento, nell’orzo, nella segale, nel farro, nel kamut e in alcuni cereali minori. Nei soggetti affetti, tutti gli alimenti derivati dai suddetti cereali (o contenenti glutine in seguito a contaminazione) determinano un quadro patologico mediato dal sistema immunitario con alterazioni nella lamina propria della mucosa del piccolo intestino, cui segue ipertrofia delle cripte, aumento dei linfociti intraepiteliali e atrofia dei villi intestinali (Fasano, Catassi, 2001). Sebbene la malattia celiaca abbia origini antichissime, che risale all’introduzione del frumento della dieta umana (neolitico), la prima associazione scientificamente
documentata tra glutine e sintomatologia clinica è stata descritta nella tesi di dottorato di Willem Dicke discussa nel 1950 all’Università di Utrecht (Evangelisti, Restani, 2011).

Haematococcus pluvialis e astaxantina. Tecniche estrattive di un colorante naturale

Raissa Ancillotti

L’astaxantina, una xantofilla ampiamente presente nel regno acquatico, è un colorante naturale utilizzato in vari settori alimentari e presenta proprietà antiossidanti nettamente superiori quelle del beta-carotene e della vitamina E. Fonte privilegiata per la sua estrazione è una microalga sempre più coltivata con l’utilizzo dei bioreattori.

L’astaxantina, per quanto onnipresente in natura, è la xantofilla più abbondante del regno acquatico. In questo contesto viene biosintetizzata ex novo esclusivamente da microalghe e fitoplancton, per poi accumularsi in zooplancton, crostacei e pesci seguendo i principi base della catena alimentare marina; le funzioni biologiche che ricopre sono molteplici, compresi la protezione contro l’ossidazione degli acidi grassi essenziali polinsaturi e contro gli effetti dei raggi UV, il miglioramento della risposta immunitaria, la comunicazione tra simili e il comportamento sessuale.

Pagina 2 di 17

Area Riservata Abbonati GOLD



Entra nella Photo Gallery!

Nuova fotogallery 2014

Sfoglia la Raccolta Phytotherapy Reviews

Sfoglia la Raccolta Phytotherapy Reviews

Abbonamenti

Abbonamento basic
Abbonamento gold

Abbonamento studenti