Storia e scienza

Storia e scienza

Era il 1763 e il reverendo Edward Stone presentò alla Royal Society una relazione sull'uso della corteccia di salice come trattamento della febbre. Poichè le febbri erano spesso associate a paludi, presumibilmente a causa di agenti infettivi trasportati da zanzare, Stone perlustrò zone paludose in ricerca di rimedi. Assaggiò un ramoscello di salice  che trovò amarissimo. Sapendo che il chinino sostanza ugualmente amara, era utile nella terapia della febbre malarica, decise di fare un tentativo con la corteccia di salice. La essiccò, la ridusse in polvere e la sperimentò su cinquanta pazienti con sintomi reumatici. Il tentativo ebbe successo.  Ora si trattava di scoprire l'ingrediente attivo. Nel 1828 gli scienziati isolarono la salicina, così chiamata dalla Salix alba vulgaris, il nome botanico del Salice bianco, e ne dimostrarono l'efficacia terapeutica. Una cinquantina di anni dopo, un chimico di nome Hoffman, basandosi sui lavori di Gerhardt,  riuscì a produrre acido acetilsalicilico in forma pura, inaugurando così l'epoca dell'aspirina. Il nome del prodotto fu coniato anteponendo la "a" di acetil all'espressione "acido spirico", come era noto in origine l'acido salicilico.
(tratto da  Il genio della bottiglia, di Joe Schwarcz - Longanesi editore)

Il medico Domenico Cirillo e la botanica

Domenico Cirillo nella sua luminosa carriera (fu medico di corte, componente di diverse accademie straniere, fu in corrispondenza con i più insigni scienziati del suo tempo, fra i quali ricordiamo Franklin e Linneo, professore dell’Università, docente al Collegio Medico-Cerusico dell’Ospedale degli Incurabili), ebbe una tale influenza morale e scientifica, da essere sempre ricordato...

Balsami e profumi alla corte di Bisanzio

Alla corte di Bisanzio, all'epoca di Giustiniano e di Teodora, vigeva l'eleganza più sfarzosa e fu in questo periodo che Metrodora compilò il suo ricettario...

La lunga storia degli allucinogeni

Nel 1942 fu identificato il tetraidrocannabinolo, un farmaco capace di provocare la comparsa di allucinazioni accompagnate da uno stato onirico con ideazione sconnessa e incontrollabile, con alterazione della percezione del tempo e dello spazio. Un farmaco che, a dosi elevate, può causare uno stato di panico e una sensazione di sdoppiamento della personalità. Per queste ragioni l'hashish fu recentemente abbandonato dalla medicina occidentale e cancellato dalle farmacopee...

La nascita dell'alchimia ed i rimedi del regno minerale

E' opportuno risalire storicamente a quel complesso di nozioni di alchimia e di metallurgia naturale che costituiscono l'origine storica della moderna chimica farmaceutica...

La canfora

Per quanto la droga fosse impiegata da millenni dai cinesie e lo stesso Marco Polo riferisce di averne visti gli alberi nelle foreste del Fokien, non si sa però quando sia iniziata l'estrazione della canfora grezza che costituisce l'unico vero ed efficace medicamento di questa pianta...

I favolosi oli e balsami del Medio Oriente

La mitologia greca si appropriò del mirto dedicandolo a Venere e facendone oggetto di offerte propiziatorie durante i sacrifici...
Pagina 6 di 10

Area Riservata Abbonati GOLD



Entra nella Photo Gallery!

Nuova fotogallery 2014

Sfoglia la Raccolta Phytotherapy Reviews

Sfoglia la Raccolta Phytotherapy Reviews

Abbonamenti

Abbonamento basic
Abbonamento gold

Abbonamento studenti