Castanea sativa Mill.

Nonostante abbia un uso marginale come fitoterapico, il castagno ha diverse proprietà: astringenti, antisettiche, sedative, stomachiche, toniche, bechiche, antispastiche, espettoranti.
Impieghi terapeutici: uso interno: i frutti sono indicati in casi di astenia fisica e intellettuale; l’infuso di foglie viene utilizzato come astringente e come disinfettante nelle affezioni delle vie respiratorie (bronchiti, tossi convulsive), per disturbi circolatori, per curare le ragadi. Uso esterno: decotti di corteccia e infusi di foglie sono utilizzati per lenire e disinfettare pelli irritate
e arrossate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.