Chimica

Chimica

Pochi sanno che la parola “chimica” deriva dall’arabo “al kimiaa”.
L’uomo si è occupato della materia, della sua struttura e delle sue caratteristiche sin dai tempi degli antichi egizi. Il progresso delle conoscenze ha subìto poi un’ovvia accelerazione in tempi recenti, grazie allo sviluppo di tecnologie moderne e sofisticate di analisi.
Lo studio della chimica applicato ai processi chimici vegetali prende il nome di fitochimica.

Saponine steroidiche undicesima parte

Le sapogenine steroidiche sono steroidi C27, in cui la catena laterale del colesterolo subisce delle modificazioni per produrre un spirochetale. Tutte le saponine steroidiche hanno la stessa configurazione al centro spiranico (C22), ma esistono stereoisomeri al C25. La chiralità al C22 è fissata dalla stereospecificità nella formazione del chetale, mentre le possibilità stereochimiche al C25 sono determinate se viene idrolizzato lo zucchero legato al C26 o al C27...

Terpenoidi al alto peso molecolare decima parte

Nei chinoni derivati dal shikimato si trovano, come sostituenti alchilici, frammenti terpenoidici contenenti numerose unità isopreniche. Gli ubichinoni hanno, in genere, catene laterali sino a C40-C50, i plastochinoni C45 e i menachinoni C65. Gli agenti alchilanti sono i propenil difosfati che si formano semplicemente dalla reazione di ripetute addizioni di IPP tramite la premiltransferasi...



Note ai triterpenoidi modificati nona parte

L'esteso sistema di elettroni (pi greco) coniugati conferisce ai carotenoidi dei colori caratteristici che contribuiscono alla pigmentazione gialla, arancio e rosa dei tessuti delle piante. I caroteni si trovano in tutti i tessuti fotosintetici (foglie verdi, batteri fotosintetici e alghe), (es: carote, ravizzone), nei frutti, nei semi dei cereali, nei petali dei fiori, come pigmenti (es.: rose, calendula, tulipani), nel rosso d'uovo e anche in tessuti non fotosintetici (funghi, batteri)...

Triterpenoidi modificati ottava parte

I triterpenoidi sono soggetti ad una serie di modificazioni strutturali. Tra le particolari modificazioni consideriamo solo quelle che conducono
alla perdita di numerosi atomi di carbonio. Preminenti tra i triterpenoidi degradati sono gli steroidi, che vengono trattati separatamente data la loro importanza. Altri triterpenoidi modificati sono i limonoidi (tetranorterpenoidi) in cui quattro atomi di carbonio della catena laterale vengono eliminati ed i Quassinoidi che si formano dai triterpeni dopo la perdita di dieci atomi di carbonio, compreso uno dei metili in C4...

Triterpeni settima parte

I triterpenoidi pentaciclici (con le strutture del lupeolo, della alfa-amirina e della beta-amirina) si trovano frequentemente in natura sotto forma di saponine. Le saponine sono dei glicosidi che, in genere, in soluzione acquosa producono schiuma (hanno proprietà simili a quelle dei saponi). Queste sostanze possono causare emolisi (la lisi delle cellule rosse del sangue) perché aumentano la permeabilità delle membrane delle cellule plasmatiche...

Sesterterpeni sesta parte

I sesterterpenoidi sono un gruppo di terpenoidi C25 le cui strutture sono derivabili dal geranilfarnesildifosfato (GFPP), che si origina dalla reazione tra una unità GGPP e una unità IPP... I sesterterpeni sono piuttosto rari. Le sostanze appartenenti a questo gruppo sono state isolate in alcuni funghi, licheni, insetti, organismi marini e piante...

Pagina 3 di 4

Nuova fotogallery 2014

 

Nuova fotogallery 2014

 

Nuova fotogallery 2014

 

Nuova fotogallery 2014

Abbonamenti

Abbonamento basic
Abbonamento gold

Abbonamento studenti

Cerca nel sito

Natural1 fa uso di cookies per migliorare l'esperienza dell'utente e raccomandiamo di accettarne l'utilizzo per sfruttare a pieno la navigazione. Per maggiori informazioni informativa sulla privacy.

Acetto i cookies da questo sito.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk