Displasia dell’anca seconda parte

I precursori dell’acido salicilico contenuti nel Salice bianco (Salix alba) e nella Spirea ulmaria (Spirea ulmaria L.) sono un utile ausilio terapeutico. Il Salice bianco (Salix alba) contiene nella propria corteccia vari precursori dell’acido salicilico: la salicina e la salicortina che vegono trasformati nell’intestino e nel fegato in acido salicilico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.