Editoriale – luglio-agosto 2021

Una banca dati del ghiaccio, un grande archivio che racchiude la storia del clima e dell’ambiente e che fornirà dati importanti alle future generazioni di scienziati. È questo l’obiettivo di Ice Memory, un progetto di ricerca internazionale riconosciuto dall’UNESCO nato con lo scopo di raccogliere e conservare campioni di ghiaccio prelevati dai ghiacciai di tutto il mondo. Ghiacciai che, con sempre più certezze, si ipotizza che potrebbero scomparire o ridursi moltissimo a causa del riscaldamento globale. Le ‘carote’ di ghiaccio, prelevate da ghiacciai selezionati in tutto il pianeta per rappresentare il clima di una determinata regione, saranno conservate nel grande freezer naturale dell’Antartide, con tutte le informazioni che racchiudono negli strati di neve accumulati nel corso dei secoli. Informazioni che viaggiano nel tempo, e che saranno elaborate con gli strumenti tecnologici attuali e quelli ancora più evoluti negli anni a venire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.