Editoriale Natural 1 – maggio 2017

Non è tutto oro quello che luccica…
Anche l’acqua con il suo movimento, lento o impetuoso, e i suoi riflessi rivelati da ombre e raggi solari, ci ammalia e ci accieca: è definita “oro blu”, preziosa e rara come l’oro, quello vero, irrinunciabile e vitale come l’aria.
Solo il tre per cento delle acque presenti sull’intero Pianeta è dolce, e quindi utilizzabile dall’uomo, e il venti per cento di questa risorsa pone le proprie radici in grandi ecosistemi forestali come, per esempio, la foresta amazzonica con i suoi centomila chilometri di corsi d’acqua.
Un prezioso angolo di mondo, serbatoio di ossigeno e acqua, anello fondamentale di una catena che sostiene la vita e provvede all’equilibrio dell’ecosistema globale.
Quando si distruggono le foreste e il loro ruolo nel ciclo dell’acqua e dei sistemi idrogeologici, si rafforzano inevitabilmente la portata e l’intensità di fenomeni come alluvioni, dissesti idrogeologici, siccità e desertificazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.