Editoriale Natural 1 – novembre 2018

Il mese scorso a Zurigo si è svolto il primo Crowdfunding Science Festival, un evento dedicato alla modalità di finanziamento collettivo che è sempre più affermata in numerosi settori e che in questo caso era rivolta all’ambito della ricerca scientifica. Il festival è stato organizzato da Science Booster, la prima piattaforma svizzera on-line dedicata al crowdfunding per la scienza.
Ricercatori professionisti o semplici appassionati di scienza e tecnologia si interessano sempre di più a questo canale partecipativo di raccolta fondi, che può essere complementare ad altre fonti di finanziamento, come quelle istituzionali. Con Science Booster gli scienziati possono esporre i loro progetti a un vasto pubblico e vedere l’interesse suscitato, perché la gente può partecipare attivamente alla ricerca attraverso la discussione e con il proprio finanziamento. La piattaforma è attiva da quasi due anni; 31 dei 40 progetti presentati sono riusciti a ottenere un finanziamento variabile tra le poche migliaia e le decine di migliaia di franchi svizzeri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.