Editoriale Natural 1 - gennaio - febbraio 2015

Fantanotizie da un un tigì immaginario.

Qualcuno lo ha definito l’anno della svolta o l’anno del coraggio, altri, più prudentemente, l’anno della speranza. Ma cosa ci dobbiamo aspettare? Non intendiamo nel modo più assoluto immergerci in una discussione politica o azzardare disquisizioni da talk show televisivo: ormai la retorica dello storytelling tiene banco ogni sera sui nostri teleschermi e lo squallore dello scarica barile delle responsabilità si amalgama bene con il degradante gossip che tanto share produce. Lasciamo quindi la parola a chi può giudicare meglio di noi e ha la necessaria autorevolezza (?) e competenza (?) per dissertare ai piani bassi dell’informazione.
Molto più semplicemente, e forse con una buona dose di immaturità e incoscienza, sogniamo, immaginiamo di accendere l’amato/odiato televisore e ascoltare i titoli che desideriamo sentirci annunciare: la crisi è ormai alle spalle, l’Europa riparte, si torna a sperare; le banche investono nell’impresa e nei giovani; aperte migliaia di nuove aziende con procedure di 24 ore; i quotidiani tornano a pubblicare annunci di lavoro; stanziamenti ingenti per la cultura, l’istruzione, il turismo; ripartono le opere pubbliche; al via i cantieri di messa in sicurezza per migliaia di siti; azzerati i debiti della pubblica amministrazione; sanità equa e solidale per tutti; la giustizia assicura la giusta pena per corruttori e collusi e infine sana competitività tra pubblico impiego e privato.


Questi paradossi provocatori vogliono solo esortare all’ottimismo, seppur ironico, e dare un apporto concreto a noi tutti per continuare a sperare e stimolare la fantasia creativa, la positività che è dentro di noi anche se talvolta assopita e pigra a esprimersi.
Un economista giapponese dice che stiamo vivendo un momento di stasi nell’economia globale e che per superarlo non dobbiamo rassegnarci e rinunciare alla realizzazione dei nostri obiettivi.
Il termine giapponese “crisi” contiene il significato di “opportunità”. Ogni momento è il momento giusto per ripartire, per credere, per fare un balzo in avanti.
E allora contribuiamo ad accendere qualche fiammella, raccontiamo che ci sono aziende che lottano e ce la fanno, imprenditori che investono nella ricerca e nella professionalità, start up in crescita, giovani che esprimono le loro idee e vengono ascoltati, amministratori onesti che investono bene il denaro pubblico: abbiamo tutti bisogno di sentirci raccontare anche le sane realtà della vita quotidiana.
Gli esempi non mancano e vanno rivelati, non marginalmente e sommariamente dopo le brutte notizie però, ma dando loro il meritato rilievo, con tanto di “istruzioni per l’uso”.
Il 2015 è iniziato, il quindicesimo anno per Natural 1: se non avessimo creduto in questo progetto e nello sviluppo delle nostre idee, non avremmo mai raggiunto questo importante traguardo.

 

Questo fascicolo contiene un interessante focus dedicato alla fitoterapia veterinaria, con utili approfondimenti sull’utilizzo degli Oli Essenziali, sull’impiego dei fitoterapici nella cura delle ferite e sulla sicurezza alimentare.
Sono poi completati i contributi presentati al II Congresso SIROE dello scorso novembre. Si conclude inoltre l’ampio ciclo sulla micoterapia.
Si apre, invece, una nuova rubrica dedicata all’alimentazione funzionale e ai componenti nutritivi. La prima scheda è dedicata al magnesio.

Buon Anno e Buona Lettura.
Renato Agostinelli

Nuova fotogallery 2014

 

Nuova fotogallery 2014

 

Nuova fotogallery 2014

Abbonamenti

Abbonamento basic
Abbonamento gold

Abbonamento studenti

Cerca nel sito

Natural1 fa uso di cookies per migliorare l'esperienza dell'utente e raccomandiamo di accettarne l'utilizzo per sfruttare a pieno la navigazione. Per maggiori informazioni informativa sulla privacy.

Acetto i cookies da questo sito.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk