Editoriale Natural 1 - gennaio-febbraio 2017

L’argomento scioglimento ghiacci è sempre di attualità e la data del 1850 solitamente è indicata come una fase iniziale di recessione o ritiro dei ghiacciai. La loro superficie e il loro spessore diminuiscono inesorabilmente del 4% ogni decennio, influenzando una serie di processi naturali, di possibili calamità e di problematiche ambientali.
Artide, Antartide e i ghiacciai che si trovano sui monti dell’Himalaya, in Patagonia, in Alaska e in tanti altri luoghi: il 40% del pianeta è coperto da ghiacci e manti nevosi, un sistema di raffreddamento che si sta rompendo a causa del riscaldamento globale, con conseguenze molto pesanti per le risorse idriche di vaste aree. Anche le nostre Alpi non sono esenti da questo fenomeno, e lo scioglimento dei ghiacciai alpini le coinvolge in modo espressivo: dal 1960 a oggi la superficie della massa ghiacciata è diminuita del 40%.
Una ricchezza fondamentale per attività come agricoltura e industria, quindi per la vita umana.


L’ultimo report del WWF “GHIACCIO BOLLENTE” cita: “L’effetto serra globale viene ulteriormente aumentato anche dallo scioglimento del Permafrost (terreno perennemente ghiacciato delle regioni artiche): il suo disfacimento libera in atmosfera metano e anidride carbonica. Oltre 1.000 miliardi di tonnellate di carbonio sono depositate nel suolo sotto la tundra artica e il riscaldamento globale potrebbe accelerare il loro rilascio sotto forma di CO2 e metano.
è anche la stessa catena alimentare ad essere minacciata: il cambiamento della composizione dei ghiacci ha effetti sul krill, alla base delle catene trofiche di gran parte degli ecosistemi marini”. Natural1 ha dedicato diversi articoli scientifici al krill indicandolo come la nuova generazione degli acidi grassi omega3, una delle maggiori risorse di biomassa al mondo. Il ghiaccio è di vitale importanza anche per la sopravvivenza di tantissime specie animale e vegetale, inoltre, piante e funghi sono la diversità biologica dei ghiacci della Terra.
è assurdo che nessuno se ne stia occupando in senso concreto, non solo attuando sistemi di monitoraggio ma portando avanti un’adeguata prevenzione.
Forse è nella natura umana cercare soluzioni a disastri accaduti ma questa volta la posta in gioco è grossa, non tanto per la nostra generazione ma per il futuro del genere umano.
Un futuro che bisogna costruire per chi è appena nato e nascerà: i bambini e il loro benessere sono i protagonisti del focus che anima le pagine di questo numero. Una sana alimentazione, con uno sguardo anche a quella vegetariana e alla sicurezza del cibo, il gioco e l’attività fisica necessari per un corretto sviluppo cognitivo, le piante medicinali utili per la salute dell’apparato respiratorio, questi i contributi di medici e pediatri che ringraziamo per la loro preziosa collaborazione.
Inizia il sedicesimo anno di NATURAL1, un altro traguardo importante, il nostro obiettivo è sempre quello di raggiungere tanti lettori attraverso una buona informazione scientifica, stimolando la ricerca e i giovani.
Buona lettura

Renato Agostinelli

Nuova fotogallery 2014

 

Nuova fotogallery 2014

 

Nuova fotogallery 2014

Abbonamenti

Abbonamento basic
Abbonamento gold

Abbonamento studenti

Cerca nel sito

Natural1 fa uso di cookies per migliorare l'esperienza dell'utente e raccomandiamo di accettarne l'utilizzo per sfruttare a pieno la navigazione. Per maggiori informazioni informativa sulla privacy.

Acetto i cookies da questo sito.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk