Editoriale - maggio 2019

Numeri. Secondo il rapporto globale 2018 dell’Organizzazione Mondiale della Sanità sulla sicurezza stradale i morti per incidenti stradali nel mondo sono 1.350.000, 3.333 in Italia. L’Aviation Safety Network, il database che raccoglie informazioni sugli incidenti aerei nel mondo, riporta che nel 2018 le vittime di 15 incidenti mortali sono state 556. In Europa si sono verificati 671.689 casi di infezioni causati dalla resistenza dei batteri agli antibiotici, a cui sono attribuibili 33.110 decessi, sono dati relativi al 2017 riferiti dal Centro per il Controllo delle Malattie Infettive e dall’Organizzazione Mondiale della Sanità. Di queste infezioni il 63% è correlato all’assistenza sanitaria e sociosanitaria.

Secondo l’Istituto Superiore di Sanità in Italia si rilevano da 450.000 a 700.000 casi di infezioni ospedaliere su 9 milioni di ricoveri in ospedale. Sempre l’OMS stima che 257 milioni di persone nel mondo vivono con un’infezione cronica da epatite B e che nel 2015 i morti per questa patologia e le sue complicazioni sono stati 887.000; i casi di shock anafilattico da reazione avversa al vaccino contro il virus dell’epatite B sono 1,1 su 1 milione. Sono circa 40.000 all’anno i casi di cancro al polmone in Italia, dati dell’Istituto Superiore di Sanità, con 35.000 decessi. La prima causa è il fumo di sigaretta, la seconda, circa il 10% del totale, è il radon, un gas radioattivo naturale, inodore e insapore, presente a concentrazioni variabili nelle nostre abitazioni, in special modo nei locali a contatto con il suolo, dato che è prevalentemente contenuto nel terreno. I fumatori sono ovviamente più a rischio dei non fumatori rispetto alla sua esposizione. Numeri che possono influenzare la valutazione del rischio e che possono determinare le scelte personali, quando si conoscono nella loro totalità, ma anche quando se ne ignora una parte.
I numeri sono importanti per la scienza, sono necessari a fornire la “prova provata”, l’evidenza scientifica che dimostra un’ipotesi. Nell’ambito degli studi clinici, una metanalisi che combina i dati di più studi realizzati su uno stesso argomento o su un farmaco, permette di diminuire la mancanza di precisione dei risultati dei singoli studi, fornendo anche dati per migliorarli. I numeri sono importanti per avere un’opinione su un determinato argomento e per farlo bisogna conoscerli, raccogliendo e confrontando le informazioni provenienti da fonti autorevoli, da ricercatori e scienziati impegnati a dimostrare con metodo scientifico e trasparente le loro ipotesi e che le comunicano in maniera chiara e corretta.

Rivolgo il pensiero a un Amico, mio maestro e mentore, che con la sua passione, la sua cultura scientifica ed erboristica, la profonda conoscenza delle medicine tradizionali, i suoi consigli, la sua umanità e la sua ironia, mi ha insegnato a guardare le piante in tutta la loro complessità.
Ciao Massimo.

Marco Angarano

Nuova fotogallery 2014

 

Nuova fotogallery 2014

 

Nuova fotogallery 2014

Abbonamenti

Abbonamento basic
Abbonamento gold

Abbonamento studenti

Cerca nel sito

Natural1 fa uso di cookies per migliorare l'esperienza dell'utente e raccomandiamo di accettarne l'utilizzo per sfruttare a pieno la navigazione. Per maggiori informazioni informativa sulla privacy.

Acetto i cookies da questo sito.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk