Fitoterapia

Fitoterapia

La fitoterapia è, in senso generale, la pratica terapeutica umana comune a tutte le culture e le popolazioni sin dalla preistoria, che prevede l’utilizzo di piante o estratti di piante per la cura delle malattie o per il mantenimento del benessere. Ippocrate citava il rimedio come terzo strumento del medico accanto al tocco e alla parola. Le piante sono tradizionalmente tra le principali fornitrici di sostanze medicamentose. Nei secoli, infatti, l’uomo ha imparato ad apprezzarne e impiagarne le molteplici virtù, traendone cure efficaci. L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) si è pronunciata favorevolmente sull'utilizzo terapeutico delle piante medicinali, stimolando la ricerca scientifica nella direzione dell’approfondimento chimico, farmacologico e clinico, al fine di “confermare, spiegare e precisare le molte proprietà medicamentose delle piante […] allo scopo di consolidare e sviluppare un'importante realtà terapeutica dal profondo significato scientifico, sociale ed economico”.

Le piante utili per i disturbi cutanei in età pediatrica

Ludovica Pandolfini

La dermatite atopica e quella irritativa da pannolino sono problemi che frequentemente interessano i più piccoli. Una panoramica sull’eziologia e le manifestazioni cliniche di questi disturbi e sul supporto offerto da alcune piante medicinali che possiedono uno spiccato tropismo cutaneo.

Natural 1

Acacia rigidula: non colpevole

Giovanna Serenelli

Originaria dell’America Centrale, Acacia rigidula ha un profilo fitochimico caratterizzato dalla presenza di amine e alcaloidi. I suoi estratti entrano nella formulazione di integratori alimentari per il controllo del peso e per l’incremento delle prestazioni sportive; in alcuni di questi è presente come ingrediente anche un composto di sintesi che deriva dall’anfetamina, ma indicato come derivato naturale di questa specie di Acacia. Un caso che merita qualche chiarimento.

Natural 1

Profumi della memoria: oli essenziali per migliorare le capacità cognitive

Marta Cadoni

Gli oli essenziali per le le loro caratteristiche di volatilità non esplicano la loro attività farmacologica esclusivamente per assunzione orale o applicazione topica, ma interagiscono a livello olfattivo con il nervo trigemino e sono in grado di attraversare facilmente la barriera ematoencefalica. Possono così innescare una risposta terapeutica in situazioni di stress, insonnia, ansia, perdita di memoria, e il loro utilizzo risulta interessante in disturbi come la malattia di Alzheimer.

Natural 1

Bibliografia - Profumi della memoria: oli essenziali per migliorare le capacità cognitive

Sindrome premestruale, il sostegno della fitoterapia

Veronica Fogli

Nei giorni che precedono le mestruazioni in molte donne si verificano una serie di disturbi fisici e modificazioni dell’umore e del comportamento che costituiscono un vero e proprio quadro clinico, definito sindrome premestruale. L’utilizzo di alcune piante medicinali con tropismo specifico per l’apparato riproduttivo e azione a livello endocrino costituiscono un valido aiuto per affrontare quei momenti difficili.

Natural 1

Bibliografia - Sindrome premestruale, il sostegno della fitoterapia

Pagina 4 di 22

Area Riservata Abbonati GOLD



Natural1 fa uso di cookies per migliorare l'esperienza dell'utente e raccomandiamo di accettarne l'utilizzo per sfruttare a pieno la navigazione. Per maggiori informazioni informativa sulla privacy.

Acetto i cookies da questo sito.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk