Guide to the Aloes of South Africa

Ben-Erik van Wyk & Gideon Smith. Seconda edizione, 2003 Volume di 304 pagine in lucido, con circa 500 illustrazioni a colori. Dopo un’accurata introduzione riccamente illustrata che descrive, in otto capitoli, le specie simili con cui l’aloe può confondersi, l’uso terapeutico e
cosmetico, la conservazione, la coltivazione e diffusione, le malattie ed i parassiti, la formazione di ibridi anche naturali, l’opera suddivide la successiva classificazione, didatticamente, nei seguenti dieci gruppi: piante con fusto; singolo; multiplo; irregolare; strisciante; piante prive di fusto; a foglie maculate; chiazzate; piante nane; piante erbacee, evidenziando così non solo un brillante sforzo tassonomico utile per l’identificazione della specie, ma anche uno splendido esempio biologico di come un vegetale riesca con una capacità di adattamento unica, a bonificare gli ambienti naturali più strani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.