Harpagophitum procumbens Burch.

Recenti studi in vitro indicano che le preparazioni di arpagofito possono interagire con la cascata dell’infiammazione, inclusa la sintesi e l’attività delle citochine. In particolare, è stata evidenziata la capacità dell’estratto acquoso delle radici secondarie tuberizzate di sopprimere l’espressione della cicloossigenasi di tipo 2 (COX-2) stimolata dai lipopolisaccaridi e della ossido nitrico sintasi inducibile (iNOS) nei fibroblasti murini L929

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.