International research

International research

La comunità scientifica opera in tutto il mondo e l’attività di ricerca è continua. Reviews e notizie mirate, sintetiche ed aggiornate consentono agli scienziati che operano nei diversi paesi di divulgare i risultati dei propri studi e di confrontarsi con gli altri ricercatori impegnati nei medesimi ambiti.

International News (maggio 2017) - Agnocasto e magnolia; Calcio e sindrome premestruale

- Agnocasto e magnolia: Gli estratti di agnocasto e magnolia in combinazione con isoflavoni di soia e lattobacilli possono costituire un trattamento efficace e sicuro per i sintomi della
menopausa, in particolare quando la qualità del sonno è il disturbo più serio.

- Calcio e sindrome premestruale: I risultati ottenuti in questo studio e in quelli precedenti suggeriscono che il trattamento con integratori di calcio è un metodo efficace, vantaggioso
e conveniente per ridurre i disturbi dell’umore e i sintomi che si osservano nella sindrome premestruale.

International News (aprile 2017): Frutto indiano contro il dolore; Schisandra e menopausa; Triphala e gengiviti

- Frutto indiano contro il dolore: Il metodo Randall-Selitto, che ha già dimostrato essere idoneo nel determinare l’efficacia degli analgesici in numerosi studi, è stato utilizzato in questo studio volto a evidenziare le proprietà analgesiche e antinfiammatorie di Terminalia chebula, che si ritengono mediate da meccanismi periferici e centrali

- Schisandra e menopausa: Diversi studi relativi a S. chinensis si sono focalizzati sul suo utilizzo nella malattia di Alzheimer e in altre malattie
vascolari. Ricercatori sudcoreani hanno condotto uno studio clinico randomizzato in doppio cieco, controllato con placebo, con lo scopo di verificare l’ipotesi che S. chinensis possa alleviare i sintomi della menopausa, inclusi i problemi vasomotori, senza presentare effetti avversi.

- Triphala e gengiviti: Triphala è composto dai frutti di tre piante asiatiche: Amalaki (Phyllanthus emblica), Bibhitaki (Terminalia bellirica) e Haritaki (Terminalia chebula). Lo studio oggetto della review ha evidenziato la validita di questa associazione nell’attività antibatterica, antisettica e antinfiammatoria in caso di gengiviti.

International News (gennaio-febbraio 2017): Osteoartite e OE di lavanda; Curcuminoidi nel diabete mellito 2; Camomilla per l'ansia

- Sono stati condotti diversi studi sugli effetti di questo tipo di massaggio per tenere sotto controllo i sintomi dell’osteoartrite. In aromaterapia uno degli oli essenziali (OE) più usati è quello di lavanda
(Lavandula angustifolia Mill.), ben conosciuto per la sua azione analgesica e antinfiammatoria.

- I curcuminoidi sono sostanze polifenoliche estratte dalla curcuma, che agiscono su diversi bersagli molecolari quali i fattori di trascrizione, enzimi, citochine, microRNA, ormoni e recettori.
Ricercatori iraniani hanno effettuato uno studio clinico in doppio cieco controllato con placebo, con lo scopo di verificare la possibilità di migliorare la biodisponibilità dei curcuminoidi in soggetti diabetici.

- Ricercatori statunitensi hanno effettuato uno studio in due fasi per valutare l’uso a lungo termine della camomilla (Matricaria chamomilla L.) per prevenire la recidiva dei sintomi del GAD (Generalized Anxiety Disorder), coinvolgendo pazienti con una diagnosi di GAD da moderata a severa. L’outcome primario dello studio era il tempo di recidiva dei sintomi durante il proseguimento della terapia. L’outcome secondario includeva la percentuale dei soggetti recidivanti, gli eventuali effetti avversi e i cambiamenti nei parametri vitali.

International News (dicembre 2016): Uvetta e infiammazione gastrointestinale; Probiotici e intestino; Noci e umore

- Uvetta e infiammazione gastrointestinale: Nonostante l’elevato numero di studi relativi alla sua attività biologica, solamente pochi di questi hanno preso in considerazione gli effetti benefici dell’uvetta nei disturbi gastrici, una condizione ampiamente presente nella popolazione mondiale e la cui diffusione è incrementata negli ultimi anni.

- Probiotici e intestino: Numerosi studi riportano una buona efficacia dell’uso di probiotici nel trattamento dell’IBS (sindrome dell’intestino irritabile), suggerendo che gli effetti benefici avvengano attraverso un incremento della risposta immunitaria, il miglioramento della permeabilità intestinale e la modifica della fermentazione nel colon.

- Noci e umore: Numerosi studi epidemiologici e clinici suggeriscono che il regolare consumo di noci ha un effetto benefico su molte condizioni di salute come problemi cardiaci, ipertensione, diabete, calcoli biliari, obesità, sindrome metabolica e cancro. Alcuni studi suggeriscono anche un effetto protettivo delle noci nei confronti della depressione, dei disturbi cognitivi lievi e della malattia di Alzheimer.

International News (novembre 2016): Aromaterapia con lavanda in menopausa; Salsa di pomodoro e fattori di rischio cardiovascolari; Dragoncello e controllo della glicemia

- Aromaterapia con lavanda in menopausa: Dieta, esercizio fisico e alcune altre pratiche, tra cui l’aromaterapia e le tecniche di rilassamento, stimolando la produzione
di serotonina e di endorfine, possono ridurre la gravità e il numero di vampate di calore.
L’obiettivo di questo studio crossover in doppio cieco, controllato con placebo, è stato quello di misurare l’effetto dell’inalazione di olio essenziale di lavanda (Lavandula spp.) sulla frequenza delle vampate di calore nelle donne in menopausa.

- Salsa di pomodoro e fattori di rischio cardiovascolari: Scopo di questo studio realizzato da ricercatori spagnoli è stato quello di valutare gli effetti postprandiali di una singola dose di pomodori crudi (RT), salsa di pomodoro (TS) e salsa di pomodoro con olio d’oliva raffinato (TSOO) sui fattori di rischio delle malattie cardiovascolari.

- Dragoncello e controllo della glicemia: Il principale meccanismo d’azione alla base dell’attività ipoglicemizzante è associato al miglioramento della sensibilità all’insulina e del segnale intracellulare tramite un aumento dell’attività del suo recettore substrato dell’enzima fosfoinositide 3-chinasi AKT1, il cui effetto è quello di permettere alla cellula un più efficace assorbimento del glucosio extracellulare.

International News (luglio-agosto 2016): Composti fitochimici e neuroinfiammazione; Biscotti arricchiti con idrossitirosolo

- Composti fitochimici e neuroinfiammazione. Una grande varietà di alimenti tra cui frutta, verdura, cereali, noci e cacao o cioccolato così come tè, caffè e vino contengono una vasta gamma di sostanze bioattive che hanno dimostrato di essere efficaci nell’aumentare la presenza di enzimi antiossidanti, fattori neurotrofici e proteine anti-apoptosi.

- Biscotti arricchiti con idrossitirosolo. L’idrossitirosolo (HT) è considerato uno dei fenoli più rappresentativi tra i composti fenolici presenti nell’olio d’oliva vergine ed extravergine. I prodotti alimentari a base di cereali sono consumati quotidianamente in tutto il mondo e in grandi quantità; in particolare, i biscotti sono un alimento comune consumato da diversi gruppi della popolazione (bambini, adolescenti e adulti). Arricchire prodotti da forno, quali i biscotti, con HT può essere una strategia interessante per aumentare la gamma di alimenti che lo forniscono, favorendo l’assunzione di questo fenolo bioattivo che normalmente è quasi esclusivamente presente nell’olio e nei prodotti da esso derivati.

Pagina 2 di 5

Area Riservata Abbonati GOLD



Natural1 fa uso di cookies per migliorare l'esperienza dell'utente e raccomandiamo di accettarne l'utilizzo per sfruttare a pieno la navigazione. Per maggiori informazioni informativa sulla privacy.

Acetto i cookies da questo sito.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk