Moringa oleifera come “l’albero della vita”. Una pianta dalle molteplici potenzialità

Dai suoi semi si ricava un olio dalla composizione chimica simile a quello di oliva, utilizzato come alimento, nella cosmesi e nell’industria, e anche le foglie sono ricche di interessanti principi attivi.
Una pianta che secondo la medicina ayurvedica previene circa 300 malattie, oggi oggetto di studio per le singolari proprietà biologiche, che ne permettono l’applicazione perfino nella purificazione di acque e liquidi torbidi.

 

Moringa oleifera Lam. è una pianta arborea della zona tropicale, considerata una delle più nutritive al mondo perché ricca di ben 92 nutrienti, tra cui antiossidanti, proteine, sali minerali e vitamine, e per questo viene chiamato albero “miracoloso”. L’albero è originario della zona sub-Himalayana che spazia dal Pakistan e Afghanistan, fino alla regione occidentale dell’India e al Bangladesh. Oggi M. oleifera è diffusa e cresce spontaneamente in buona parte della fascia tropicale ed equatoriale di tutto il pianeta; è coltivata in Africa
(Ghana, Senegal, Malawi), Asia (Filippine, Thailandia), America Latina (Nicaragua, Bolivia), Caraibi, Florida e Isole Pacifiche (Fiji).
Il nome Moringa proviene da Murungai in lingua Tamil, in inglese viene chiamata “drumstick tree” per la forma dei baccelli o “horseradish tree” per il sapore pungente della radice, somigliante al rafano, o anche “Ben-oil tree” per i componenti dell’olio dei semi (Ramachandran et al. 1980).

Continua la lettura cliccando su "Scarica allegato"

Nuova fotogallery 2014

 

Nuova fotogallery 2014

 

Nuova fotogallery 2014

Abbonamenti

Abbonamento basic
Abbonamento gold

Abbonamento studenti

Cerca nel sito

Natural1 fa uso di cookies per migliorare l'esperienza dell'utente e raccomandiamo di accettarne l'utilizzo per sfruttare a pieno la navigazione. Per maggiori informazioni informativa sulla privacy.

Acetto i cookies da questo sito.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk