Orti storici e Giardini botanici

Orti storici e Giardini botanici

L’Italia possiede un importante patrimonio di orti e giardini botanici di interesse storico. Questi luoghi, ricchi di tradizione, arte e, a volte, di magia, sono la testimonianza di un passato in cui la coltivazione e l’uso delle piante a fini curativi hanno assunto un ruolo centrale nella vita di tutti giorni e nella scienza medica.

Il Giardino dei Semplici di Firenze

Continua il nostro viaggio attraverso l’Italia alla scoperta degli Orti Botanici che vantano una tradizione storica nella conservazione e conoscenza del fondamentale patrimonio di biodiversità vegetale. Tappa a Firenze, nel terzo orto più antico del mondo, dove è possibile ammirare le numerose collezioni di piante rare ed esotiche provenienti da tutti i continenti.

L'Orto Botanico e l'Erbario di Ferrara

Un excursus storico che dalla fine del ‘700 ci porta ai giorni nostri: dagli antichi erbari alla moderna stazione meteorologica e alla webcam sempre accesa, che posizionata in un angolo del giardino permette di registrare il cambiamento delle stagioni attraverso l’osservazione dei mutamenti della vegetazione.

I Giardini Botanici Hanbury

Affacciati sul mare della Riviera di Ponente, al confine con la Costa Azzurra, i Giardini Hanbury permettono di immergersi in una rigogliosa vegetazione mediterranea e tropicale e di ammirare le splendide fioriture delle numerose specie esotiche, passione del loro fondatore. In ogni stagione una visita sarà fonte di piacevoli sorprese, sia dal punto di vista botanico sia da quello paesaggistico.

L'Orto Botanico di Brera

Un fazzoletto di verde nel centro di Milano, confinato tra antiche mura e palazzi, dove tra splendidi fiori e colossi centenari si può andare indietro nel tempo e dimenticare il caos della metropoli.

Giardino dei Semplici di Acquapendente

Le conoscenze erboristiche dei monaci francescani rivivono nel progetto di recupero del giardino del monastero dell’antico borgo laziale, che si propone anche come luogo di conservazione della biodiversità e di diffusione della cultura legata al suo territorio.

Bosco della Fontana: un ritaglio di foresta planiziale

Il suolo è caratterizzato da sedimenti, prevalentemente ghiaioso-sabbiosi di tipo fluviali e fluvio-glaciali, provenienti dalle Alpi, trasportati dai fiumi e dall’avanzamento dei fronti glaciali durante il Quaternario superiore. La Riserva si trova all’interno della Valle del Mincio, vale a dire, quella vasta depressione terrazzata che incide l’alta Pianura, appena a Sud delle ultime colline moreniche di Valeggio sul Mincio e che accompagna il corso del fiume per circa 20 Km, fino oltre Mantova...
Pagina 3 di 6

Nuova fotogallery 2014

 

Nuova fotogallery 2014

 

Nuova fotogallery 2014

Abbonamenti

Abbonamento basic
Abbonamento gold

Abbonamento studenti

Cerca nel sito

Natural1 fa uso di cookies per migliorare l'esperienza dell'utente e raccomandiamo di accettarne l'utilizzo per sfruttare a pieno la navigazione. Per maggiori informazioni informativa sulla privacy.

Acetto i cookies da questo sito.
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk