Orzo e avena, armi naturali contro il colesterolo

Il consumo regolare di beta-glucani contribuisce al mantenimento delle concentrazione normali di colesterolo nel sangue: questa affermazione è stata riconosciuta dall’EFSA come uno dei claim salutistici approvati dall’ente europeo, a conferma dell’attività salutistica e di riduzione dei fattori di rischio da parte di queste fibre solubili contenute in particolare in orzo e avena, oltre che in molti funghi. Diversi prodotti alimentari sono infatti arricchiti con questi polisaccaridi, in modo che siano incrementati il contenuto di fibre e le proprietà salutistiche. È però importante attenersi alla dose efficace, in quanto è stato osservato che un apporto superiore non ne aumenta i benefici.

Il giusto apporto di fibre nella dieta giornaliera è necessario per garantire all’organismo la corretta funzionalità. Molti studi, svolti in anni recenti, hanno provato il beneficio di un particolare tipo di fibre solubili, i beta-glucani, presenti soprattutto nell’orzo e nell’avena, cereali poco usati nella nostra alimentazione fatta eccezione per l’uso, relativamente recente in Italia, dei cereali a colazione a base di questi cereali o alcune realtà regionali dove l’orzo appartiene alla tradizione di quella zona. Ne sono sufficienti 3 grammi al giorno; anzi, è stato visto che un consumo maggiore non apporta maggiori benefici rispetto alla quota indicata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.