Phellinus linteus

Descrizione
Fino a poco tempo fa, Phellinus linteus era quasi sconosciuto al di fuori della penisola coreana. Notizie delle proprietà medicinali del fungo hanno iniziato a raggiungere il mondo esterno nel 1970, quando interessanti studi furono pubblicati sulla stampa scientifica giapponese e cinese.
Per diverse centinaia di anni, i medici coreani hanno prescritto P. linteus come trattamento per il cancro, disturbi di stomaco e artrite. Sono necessari, comunque, studi su larga scala per confermare questi effetti.
Nella medicina tradizionale coreana, il fungo è anche noto per alleviare il dolore causato da infiammazione.
Phellinus linteus è un fungo spesso a forma di zoccolo, duro e legnoso, con un sapore amaro. Ha un colore da marrone pallido a giallo chiaro. Il gambo è spesso e di colore variabile dal marrone scuro a nero. Il fungo predilige gelsi morti o morenti e si trova in Corea e nelle zone adiacenti della Cina.
In Giapponese è noto con il nome di “meshimakobu”, in Cinese come “song gen”, in Coreano come “sanghwang”, in Inglese come “Meshima”, mentre gli americani lo chiamano “zoccolo nero”. L’etimologia del nome latino ricalca le caratteristiche esteriori del fungo: phellinus, infatti, in latino significa “tappo” e linteus significa “tela di lino”.
Tradizionalmente, il fungo è bollito in acqua e viene preso come un tè.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.