Villa Taranto

Entrare nei giardini di Villa Taranto è come compiere un viaggio attraverso paesi lontani. Un viaggio che si avventura tra i giardini terrazzati, con cascatelle, piscina, vasche per Ninfee e Fior di Loto, fontane ornamentali e giochi d’acqua. Si può visitare la biblioteca, attraversando il Viale delle personalità e il Giardino delle eriche e si può sostare nella cappella mausoleo, appositamente costruita per il creatore dei Giardini Botanici, il Cap. Neil McEacharn. Ci si può imbattere anche nell’antico castagno, piantato nel XVII secolo, che testimonia la nascita del parco, uno dei simboli delle terre del Verbano, ricca di questi possenti alberi che in passato ricoprivano il pendio della Castagnola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.